SIBERIAN HUSKY
SIBERIAN HUSKY
SIBERIAN HUSKY
SIBERIAN HUSKY
Siberian Husky!
Lunedì 25-9-2017
Ci sono 2 utenti online
Ore 06:18
Azienda apistica -miele - Link esterno

Leishmaniosi: informati! - Link esterno

Siberian Husky Rescue - Link esterno


Debora Segna istruttore cinofilo - Link esterno


Canadian Inuit Dogs - Link esterno


Best browser
Mozilla Firefox 2+
Testato su
MSIE 6+ - Google Chrome 3 -
Opera 7 - Konqueror 3

Best Res. 1024 X 768

Testi, foto, layout e programmazione
by Maurizio Guiducci
Questa opera è pubblicata sotto una
Licenza creative commons - Link esterno
Licenza Creative Commons

Note sulla licenza & credits


Realizzato con open software
MySql Data Base - Link esterno    PHP linguaggio Open Source - Link esterno


Validato consorzio W3C
Valid HTML 4.01 Transitional - Link esterno  w3c css


Punto Informatico, l'evoluzione della rete - Link esterno


Note sulla privacy


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non è pertanto un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001
 

ULTIMA MODIFICA PAGINA: 03-2-14

Frequent Asked Questions

Cerca tra le FAQ, puoi usare anche una parola chiave:


...oppure fai tu una domanda >>

Sono stati trovati 287 risultati, suddivisi in 58 pagine.

Questa è la pagina 13


<< precedente    successiva >>

Domanda di Mrwhite di Città di castello:
Salve a tutti e complimenti per il bel sito!!
Abito in campagna e purtroppo tempo fa mi è morto di vecchiaia un bracco pointer che ha felicemente vissuto con i miei tre gatti. Da sempre innamorato dell’Husky volevo prenderne uno avendo letto che se il Siberian è abituato fin da piccolo alla compagnia dei gatti non li vede più come prede ma come membri del branco. Il punto è che ho dei vicini che hanno a sua volta dei gatti che qualche volta vengono a trovare i miei. La domanda è: se il Syberian vede i miei gatti come membri del branco perché ci è cresciuto insieme è possibile che essendo abituato a questa tipologia di animale non aggredisca il gatto del vicino che occasionalmente viene nel mio recinto?

Risposta:
Purtroppo non possiamo essere molto rassicuranti: è verisssimo che con i "suoi" gatti il Siberian si sente in famiglia attraverso legami di branco e mai li aggredirà. E' certo però che questo non si estende a tutti i gatti, che continueranno anzi ad essere delle prede appetibilissime. L'unico consiglio è, sempre che sia fattibile, abituarlo anche ai gatti del vicino. Però la vediamo un po' difficile se i gatti vengono saltuariamente. Ci si può provare. E' comunque anche possibile i gatti del vicino capiscano i rischi e si tengano semplicemente alla larga.


Domanda di Cri di Varese:
Perchè il siberian husky può avere occhi di diverso colore (occhi eterocromi)?

Risposta:
Si tratta di una caratteristica propria di questa razza. Determinata geneticamente ed ereditata dalla popolazione geografica da cui deriva; non ci risulta che esistano studi pubblicati al riguardo ma se anche ci fossero sarebbero destinati solo a genetisti o biologi in genere. Per curiosità possiamo dire che oltre gli occhi totalmente impari, ci sono anche cani con, nello stesso occhio, parte di un colore e parte di un altro.


Domanda di Manuela di Torino:
Buongiorno, tre giorni fa il mio husky maschio di 12 anni è stato operato di calcoli alla vescica. A tutt'oggi non si alza, è nervoso al punto che se provi a stimolarlo tenta di mordere (prima volta in 12 anni), non mangia, beve a stento e a malapena riusciamo a fargli prendere gli antibiotici prescritti per il decorso post-operatorio. Il veterinario sostiene che non c'è ragione per la quale non sia ancora in piedi, al di là di un po' di dolore che comunque dovrebbe essere in grado di sopportare.
Cosa potrebbe essere? Possibile semplice pigrizia e un po' di vittimismo?

Risposta:
Non possiamo essere molto utili per capire quale motivo ci sia. Se fa l'atto di mordere ed è cosa che non ha mai provato a fare, ci viene da pensare che abbia dolore ed intende solo avvertirvi. Verifica meglio col veterinario se il dolore che mostra sia normale, non gli ha somministrato qualcosa per lenirglielo (Rimadyl ad esempio)? Tutto ciò che possiamo consigliarti è qualcosa di pratico, tipo di cercare di metter gli antibiotici in un bocconcino di burro (o carne), questo perché oltre ad ingolosirlo per farglieli ingoiare, può anche avere una funzione protettiva delle mucose dello stomaco visto che non mangia. Riguardo pigrizia e vittimismo, ci viene da pensare che non si tratti di ciò.


Domanda di Max di Padova:
Egregi signori

Vi scrivo per sottoporvi una situazione che si è verificata con il mi Siberian nell'ultimo periodo. Ho un SH femmina di 16 mesi che, fin da cucciola, convive serenamente con un meticcio femmina (che ora ha 5 anni) di taglia piccola. Il meticcio è dei miei suoceri, ma le nostre abitazioni sono limitrofe ed hanno il giardino comunicante, quindi i due cani stanno insieme praticamente tutto il giorno (specialmente durante la settimana quando io e mia moglie siamo al lavoro). Giocano insieme, si cercano, condividono spazi e ambienti, sia in casa nostra che in quella dei miei suoceri. Unica eccezione la sera, quando il meticcio si ritira in casa dei miei suoceri dove ha la sua cuccia. Tuttavia negli ultimi 3 mesi si sono verificati 2 episodi di aggressività da parte del siberian nei confronti del meticcio: in entrambe le occasioni si sono azzuffati e il siberian ha afferrato il meticcio per il collo alzandolo di peso e procurandogli delle ferite (per fortuna non gravi). In un caso l’episodio è capitato durante una passeggiata, quando entrambe erano tenute al guinzaglio, e il siberian stava “puntando”, come fanno di solito i siberiani, delle galline all’interno del cortile di una casa. Anche il meticcio puntava a suo modo le galline, cioè abbaiando e agitandosi, e questo ha scatenato la reazione del siberian. Una seconda volta è capitato in casa nostra, senza nessuna apparente causa scatenante.
La situazione inizia a preoccuparmi, perché non so se catalogare questo comportamento come una fisiologica lotta per la predominanza nel branco (così sostiene il mio veterinario di fiducia). Per il resto la mia siberiana è un animale assolutamente mansueto e socievole con le persone, con i bambini, e con tutti gli altri cani che ci capita di incontrare nelle nostre uscite, anzi nelle situazioni di affollamento si mostra anche un po’ timorosa. Non è nemmeno una cagnolina particolarmente esuberante o agitata o rissosa. Durante il giorno ha desiderio di muoversi, correre e giocare, ma non in maniera esasperata, anzi, si prende anche i suoi lunghi periodi di riposo.
Avete qualche esperienza simile? Qualche suggerimento? Qualche provvedimento da prendere prima che possa recare danni irreversibili al meticcio?

Dimenticavo di dire che la mia siberiana trascorre quasi tutto il tempo libera, assolutamente mai tenuta alla catena e solo qualche volta (quando a casa non c’è nessuno) chiusa nel suo, per altro spazioso, recinto.
Grazie
Saluti
Massimiliano

Risposta:
Da come la poni, probabilmente ha ragione il tuo veterinario. Anche vista l'età del cane.
Primo consiglio: attenzione ai guinzagli. Il rapporto tra i cani è falsato quando sono al guinzaglio e l'aggressività è massima. In questi casi le reazioni vanno valutate in relazione a ciò.
Per il resto, devono trovare il loro equilibrio nel branco. Dovete sì evitare che il cane che fisicamente predomina non infierisca (va limitato e sgridato quando eccede) ma dovete anche lasciare che gli animali gestiscano le loro gerarchie e assolutamente non dovete prendere le parti di alcuno, in particolare del perdente (sembra "brutto" ma proprio se uno dovesse prendere le parti, per favorire gli equilibri, dovrebbe rafforzare il vincente). Insomma sgridate sì se si eccede (il cane deve capire che si interviene solo in quel momento) ma non coccole a chi le busca e sgridate a chi le ha date. Dovete in parte lasciarle fare controllando discretamente da presso, cercando di non trasmettere ansia. Spesso sono solo confronti rituali. Spessissimo quando si "prendono" è tutto molto più scenografico di quel che sembri. Quando si bucano sono generalmente buchi superficiali. Spesso nella lite finiscono per automordersi la lingua con un effetto di sangue spaventevole ma assolutamente innocuo.
Quando gli animali passano alle vie di fatto, ovviamente li dovrete separare. Prendeteli da dietro le zampe posteriori ed alzateli. Appena mollano tirateli indietro. Sgridata rispettando quanto detto prima.
Insomma gli animali devono capire che voi non volete che si accapiglino (soprattutto violentemente, anche perché i capobranco siete voi) ma devono essere comunque in grado di gestire i loro rapporti autonomamente.
Quindi pazienza, presenza, tranquillità. Quando si hanno più cani dello stesso sesso è un problema che dopo l'anno, spesso anche prima, bisogna affrontare.
Fateci sapere!


Domanda di Angela e Ruggero di Sirtori (LC):
Ciao, tra qualche mese alla nostra famiglia si aggiungerà un nuovo cucciolo... ma questa volta umano! Infatti stiamo per avere un bambino.
Avete qualche consiglio da darci per l'introduzione di questo nuovo membro nel branco, affinché il nostro Genji, SH di un anno e mezzo si comporti bene?
Temiamo che possa essere geloso o, peggio ancora, non sentirsi gerarchicamente subalterno rispetto al bimbo...
Grazie anticipatamente!

Risposta:
Tranquilli ed auguri!
Il Siberian, tutto sommato, è una delle razze più adatte a stare coi bambini; oltretutto è assolutamente non aggressivo coll'uomo. Ciò detto è bene avere una serie di attenzioni. Il cane non considererà il cucciolo d'uomo superiore gerarchicamente ma ciò non è importante poiché i capobranco siete voi.
I primi tempi ovviamente vigilerete con attenzione la situazione. Fate conoscere subito al cane il bambino. Con naturalezza e senza far trapelare ansia. Invitatelo ad avvicinarsi e tranquillizzatelo limitandone la curiosità trattenendolo il più moderatamente possibile colle mani (è un po' difficilotto, perché dovreste non trattenerlo propriamente ma nel contempo evitare che arrivi con troppa foga e a diretto contatto col bambino). Se mostra atteggiamenti non voluti sgridatelo decisamente. Generalmente la situazione si stabilizza molto rapidamente e non ci sono problemi.
Nella collage di foto sulla welcome page di questo sito, dedicata a Dom, quella piccolina nelle foto è nostra figlia ed ha avuto contatto col cane, che viveva in casa, da subito. Il cane, un maschio adulto e dominante, alla fine era addirittura protettivo, quanto può esserlo un Siberian.
Fateci sapere.


<< precedente    successiva >>

 

 

 

 

Segnalaci!  segnala questo sito ad un amico

  | Home | Chi siamo | Cani | Team | Un ricordo | Foto | La razza | Sport | Libri | Download |
| Video | Articoli | Approfondimenti | Forum | FAQ | Cartoline | Letteratura | | Rescue | Meteo |
| Link | NewsLetter | RSS-XML | E-Mail |