SIBERIAN HUSKY
SIBERIAN HUSKY
SIBERIAN HUSKY
SIBERIAN HUSKY
Siberian Husky!
Lunedì 25-9-2017
Ci sono 2 utenti online
Ore 06:18
Azienda apistica -miele - Link esterno

Leishmaniosi: informati! - Link esterno

Siberian Husky Rescue - Link esterno


Debora Segna istruttore cinofilo - Link esterno


Canadian Inuit Dogs - Link esterno


Best browser
Mozilla Firefox 2+
Testato su
MSIE 6+ - Google Chrome 3 -
Opera 7 - Konqueror 3

Best Res. 1024 X 768

Testi, foto, layout e programmazione
by Maurizio Guiducci
Questa opera è pubblicata sotto una
Licenza creative commons - Link esterno
Licenza Creative Commons

Note sulla licenza & credits


Realizzato con open software
MySql Data Base - Link esterno    PHP linguaggio Open Source - Link esterno


Validato consorzio W3C
Valid HTML 4.01 Transitional - Link esterno  w3c css


Punto Informatico, l'evoluzione della rete - Link esterno


Note sulla privacy


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non è pertanto un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001
 

ULTIMA MODIFICA PAGINA: 03-2-14

Frequent Asked Questions

Cerca tra le FAQ, puoi usare anche una parola chiave:


...oppure fai tu una domanda >>

Sono stati trovati 287 risultati, suddivisi in 58 pagine.

Questa è la pagina 27


<< precedente    successiva >>

Domanda di Mirko di Rescaldina:
Il mio husky è stata sterilizzata all'età di 6 mesi.....ora ha 13 anni....e ogni tanto ha degli strani comportamenti....si attacca alla gamba e simula movimenti sessuali maschili.....vorrei capire se sono movimenti sessuali o di affetto verso i miei confronti???
grazie in anticipo x la risposta....
e complimenti al sito..... ciao

Risposta:
I movimenti "sessuali maschili" sono sì legati ad un fattore sessuale ma non solo. Intanto è possibile notarli anche nelle femmine, sia in fase estrale che non, e, come hai visto, possono essere indipendenti da fattori ormonali "diretti". Spesso, questo set di atteggiamenti, viene anche utilizzato come linguaggio all'interno del branco, sovente per rimarcare le gerarchie. E' possibile che la tua cagnolina non ti consideri proprio il suo "capobranco" ma un individuo suo pari.
Sperando di esserti stati utili, ti ringraziamo per i "complimenti al sito".


Domanda di GIORGIO di Ravenna:
Ciao. Ho un Siberian Husky di 7 mesi che per malattia è stato necessario castrare. I controlli successivi sono tutti regolari ed il veterinario mi dice che la patologia primitiva è completamente risolta; Vi chiedo se potrò fare con il mio cane attività sportiva (in particolare dog-bike e kart) senza problemi.
Grazie, Giorgio

Risposta:
Ci risulta che i Chukci castrassero gran parte dei loro maschi. Ed i cani dei Chukci certo non erano cani che tiravano i remi in barca!
Personalmente abbiamo avuto esperienze con due cani, una femmina ed un maschio, entrambi castrati per necessità legate a patologie. Nessuno dei due ha mai dato problemi nel lavoro. In particolare il maschio è stato a lungo il leader del nostro team di sleddog, un cane letteralmente da rimpiangere!
Anche un nostro amico ha nella sua muta un cane castrato e non ha alcun problema.
Quindi diremmo di non preoccuparti, se non per la salute del tuo cucciolone, e di iniziare con lui la splendida attività sportiva condivisibile con questi animali.


Domanda di Riko di Foggia:
Salve, possiedo da 8 anni , assieme alla mia ragazza , un siberian e ,dato che stiamo per trasferci fuori citta' avendo piu' spazio abbiamo deciso di prendere un nuovo cucciolo della stessa razza.Qui nasce il problema perche' la piu' grande(shaghi) non e' stata particolarmente gelosa dell'arrivo di kirtan (maschio) ma quando sono assieme nei giochi shaghi e' molto irruenta tende a spingere con il muso il piccolo a terra e in alcuni casi facendolo male.Come posso far si che convivino senza dovermi precipitare a sedare gli animi? grazie.

Risposta:
Ciao,
che la grande tenda a sottomettere il piccolo con atteggiamenti che ad un occhio "non allenato" sembrano anche "violenti" è normale ed etologicamente corretto (pur se sarà anche un poco gelosa, non toglierle le attenzioni in favore del cucciolo). Generalmente è tutto un set di comportamenti plateali ma innocui. Niente di tragico. Lascia, entro certi limiti, gestire loro le cose. Intervieni se la grande "esagera" o se "infierisce" troppo (ma non diventare protettivo nei confronti del cucciolo). Vedrai che ben presto troveranno il loro equilibrio. Ci sarà probabilmente una fase critica poi tra i 7 - 12 mesi del cucciolo ma la convivenza tra maschio e femmina non comporta pressoché mai grossi problemi.


Domanda di Kikka di Macomer:
Salve, mi hanno proposto un cucciolo di "siberian husky" però voglio essere sicura che sia puro, questo ha l'età di tre mesi, si può vedere sin da quasta età se è puro o no? grazie

Risposta:
Cane "puro" è una definizione molto usata ma impropria. Intanto diciamo che un cane di razza deve essere certificato (iscritto al libro genealogico dell'ENCI); il famoso pedigree (ROI). Un cane di tre mesi non potrà ancora averlo ma tutte le pratiche necessarie ad ottenerlo (ricorda che un cane può avere il pedigree solo se anche i suoi genitori sono iscritti al ROI) dovranno essere state presentate. Quindi chi ti cederà il cucciolo dovrà mostrarti fotocopia del modello A (denuncia di monta nascita) e (deve essere presentato entro il terzo mese di vita) fotocopia del modello B di iscrizione cucciolata. Se il cane ha meno di tre mesi il modello B potrebbe ancora dover essere presentato. Il cane deve avere il microchip che sarà stato certificato da un medico veterinario con copia consegnata alla delegazione ENCI (con la presentazione del modello B). E qui la parte burocratica... Però un pedigree, se è garanzia della genealogia e dell'iscrizione al libro genealogico del cane di razza, non dice nulla circa la tipicità dell'animale. Cioè di quanto poi questi si avvicini il più possibile all'ideale della sua razza. Vogliamo dire che un cane col pedigree ma frutto di accoppiamenti "sbagliati", potrebbe anche essere molto fuori tipo e quindi "somigliare" poco alla sua razza. Perciò importante è l'esperienza dell'allevatore (anche del privato), il vedere e valutare i genitori, capire se l'accoppiamento sia stato effettuato seguendo un criterio preciso (in pratica perché si è scelto di accoppiare quei due cani; genealogia, caratteri da fissare, piccoli difetti da eliminare...). Importante è anche l'omogeneità della cucciolata. Su un cucciolo di tre mesi nessuno (ma proprio nessuno) potrà promettere il campione, però ad un occhio "allenato" è già possibile capire se il cucciolo sarà un "buon" cane. Dirlo a parole è impossibile; si tratta di valutare, già da questa tenera età, la costruzione generale, la correttezza degli appiombi, la correttezza della testa, il portamento generale ecc. Tutte cose che richiedono una buona esperienza (e con la razza specifica!).


Domanda di G-TO di Torino:
Salve, complimenti per il sito che seguo abitualmente da tempo. Ho due sh, il maschio di tre anni e la femmina di 6 mesi. Non ho esperienza con le femminucce (ho sempre avuto cani maschi). Approssimativamente a quanti mesi avviene il primo calore? Nel caso decidessi di far sterilizzare la femmina secondo voi quando è meglio farlo? Prima del primo calore, subito dopo, dopo il terzo, dopo almeno una cucciolata (ho sentito due veterinari diversi, quello che segue abitualmente i miei cuccioli, e quello che segue il cane di una mia amica, e ho letto non so quanti pareri su internet e sono tutti diversi l'uno dall'altro).
Certa che mi risponderete, vi ringrazio in anticipo

Risposta:
Per il calore le variazioni individuali sono ovvie. Diciamo tra i 7 mesi (solo eccezionalmente meno) e l'anno e mezzo. Raramente abbiamo visto nel Siberian calori prima dei 9 mesi (che è l'età media più probabile; diciamo 9 mesi, un anno).
Non siamo veterinari, quindi in ogni caso riferisciti ad un professionista che riscuota la tua fiducia. Le "scuole di pensiero" sono tante. Sicuramente ti diciamo che non è necessario la tua bestiola faccia dei cuccioli. Ne' biologicamente (anche etologicamente), ne' caratterialmente. Se esistono altre ragioni per cui vuoi farla riprodurre, riferisciti a quelle e non a motivi d'ordine medico veterinario e ricorda che dar via i cuccioli non è facile; così come è necessaria parecchia attenzione nel valutare a chi darli.
Per il resto generalmente si fa o prima o dopo il primo calore (se si è pianificata da subito la sterilizzazione). Ci è capitato purtroppo anche di sentire (in un ambulatorio veterinario) il consiglio ad un proprietario di un maschio e di una femmina (che non sapeva come tenerli separati) di lasciarli accoppiare e poi fare l'intervento. Tralasciamo ulteriori, ovvi, commenti se non quello che pur da un punto di vista clinico è sicuramente la soluzione meno adeguata.
Comunque ribadiamo, riferisciti ad un veterinario che riscuota la tua fiducia, seguine i consigli, e... tientelo stretto!


<< precedente    successiva >>

 

 

 

 

Segnalaci!  segnala questo sito ad un amico

  | Home | Chi siamo | Cani | Team | Un ricordo | Foto | La razza | Sport | Libri | Download |
| Video | Articoli | Approfondimenti | Forum | FAQ | Cartoline | Letteratura | | Rescue | Meteo |
| Link | NewsLetter | RSS-XML | E-Mail |