SIBERIAN HUSKY
SIBERIAN HUSKY
SIBERIAN HUSKY
SIBERIAN HUSKY
Siberian Husky!
Lunedì 25-9-2017
Ci sono 3 utenti online
Ore 06:25
Azienda apistica -miele - Link esterno

Leishmaniosi: informati! - Link esterno

Siberian Husky Rescue - Link esterno


Debora Segna istruttore cinofilo - Link esterno


Canadian Inuit Dogs - Link esterno


Best browser
Mozilla Firefox 2+
Testato su
MSIE 6+ - Google Chrome 3 -
Opera 7 - Konqueror 3

Best Res. 1024 X 768

Testi, foto, layout e programmazione
by Maurizio Guiducci
Questa opera è pubblicata sotto una
Licenza creative commons - Link esterno
Licenza Creative Commons

Note sulla licenza & credits


Realizzato con open software
MySql Data Base - Link esterno    PHP linguaggio Open Source - Link esterno


Validato consorzio W3C
Valid HTML 4.01 Transitional - Link esterno  w3c css


Punto Informatico, l'evoluzione della rete - Link esterno


Note sulla privacy


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non è pertanto un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001
 

ULTIMA MODIFICA PAGINA: 03-2-14

Frequent Asked Questions

Cerca tra le FAQ, puoi usare anche una parola chiave:


...oppure fai tu una domanda >>

Sono stati trovati 287 risultati, suddivisi in 58 pagine.

Questa è la pagina 28


<< precedente    successiva >>

Domanda di ELEONORA di PISA:
Salve e complimenti per il sito!!!!
Da circa una settimana ho preso un cucciolo di husky puro di 4 mesi ed è un tesoro se non fosse che è iperattivo (non si ferma mai vuole sempre giocare è normale?), ancora sporca in casa o meglio sui tappetini assorbenti x cani e non è molto ubbidiente. Avete qualche consiglio da darmi?? Sapete darmi il titolo di qualche libro x l'educazione di un husky?? Sono disperata!!!

Risposta:
Intano non disperarti!
Un cucciolo, di qualsiasi razza, è sempre iperattivo. Ci preoccuperemmo del contrario. Ci vuole solo molta pazienza iniziale e del tempo da dedicargli. Se non hai mai avuto esperienze con i cani ti possiamo anche dire che una certa sensazione di "smarrimento" iniziale, da parte tua, è anche normale. La presenza di un compagno peloso cambia i nostri ritmi ed abitudini e bisogna prendere le misure, ma ciò che riceveremo, ti assicuriamo, sarà molto. Per i bisogni, sei già a buon punto. Ora dovrai togliere i tappetini (altrimenti sporcherà sempre là!) e controllare il cane. Lui tenderà ad andare a sporcare dove erano i tappetini (deodora bene). Se lo pizzichi mentre cerca di lasciare i suoi ricordini (o mentre lo fa), sgridalo seccamente dandogli una scrollata sulla collottola. Portalo quindi fuori e premialo (con enfasi) se finisce di sporcare. Attenzione, NON sgridarlo mai se non lo becchi direttamente sul fatto. Se trovi sporco ma il cane ormai è per altre faccende, lascialo stare. Non capirebbe e prenderebbe la sgridata come una "violenza" gratuita ed incoerente (perderesti un po' della sua fiducia). Cerca di anticiparlo portandolo fuori, e lodandolo smoderatamente se sporca lì, appena mangiato (è il momento più "propizio"). Ricordati che le sgridate inibiscono un comportamento, le lodi lo rafforzano; e devono essere sempre effettuate entrambe a ridosso dell'evento.
In generale ricordati di essere molto coerente con lui. Se fissi delle regole (e devi fissarle, per lui è importante) quelle devono valere sempre! Dagli tu la ciotola del mangiare e non foraggiarlo dalla tavola da pranzo. Dedicagli molto tempo e fagli scaricare la sua energia nelle uscite.
Insegnagli ad andare al guinzaglio senza trascinarti (c'è una discussione aperta sul Forum) ed insegnagli il richiamo. Premialo quando torna e, prima di portarlo via, rimettigli il guinzaglio e poi ritogliglielo più volte (non deve collegare il richiamo a - ti metto il guinzaglio e ti porto via -). Per i premi, ma con parsimonia, puoi usare dei croccantini per cani; c'è chi ha affermato che l'educazione del Siberian passi per la gola!
Comunque, ci raccomandiamo, coerenza, coerenza, polso, pazienza e tempo da dedicargli per le sue attività.
Per i libri ce ne sono di molti. Senza voler far torto ad alcuno, potremmo indicarti quello di Filippo Cattaneo (che è anche abbastanza tecnico) o quello di Valeria Rossi che è un'autrice che ha sempre messo come prima esigenza, nei suoi scritti, il dispensare consigli molto pratici. Entrambi si dovrebbero titolare "Il Siberian Husky" e speriamo li riuscirai a trovare poiché sono edizioni un po' vecchiotte.
Grazie per i complimenti!


Domanda di Timo75 di Caserta:
Salve, è la prima volta che visito il vostro sito e vi faccio i miei complimenti. La mia Zara ha appena compiuto un anno ed è andata per la seconda volta in calore, vorrei sapere a chi rivolgermi per farla accoppiare, ovviamente la prossima volta. Mi è stata regalata, non ha un pedigree, per me è stupenda e vorrei farla vedere da persone competenti e credo che voi siate in grado di farlo.
Distinti saluti

Risposta:
Ciao, normalmente la prassi, per chi ha una femmina (per un maschio è molto più difficile) e vuol farla accoppiare, è cercare il maschio presso allevamenti, o privati, e pagare la monta (non esiste una regola precisa sul tipo di accordo e la cosa varia di caso in caso). Generalmente l'allevatore valuta morfologia e pedigree e sceglie il maschio più appropriato (attenzione, se lo ritiene, potrebbe anche rifiutare la monta). C'è però un grosso "se". Speriamo non ci fraintenderai. La presenza del pedigree è indispensabile. E questo al di là delle caratteristiche morfologiche che andranno comunque valutate. Vogliamo dire che anche in presenza di una cagnolina bellissima, l'assenza di pedigree è vincolante. Di un cane senza pedigree purtroppo non si sa nulla tornando indietro e questo non è concepibile in allevamento. Esiste inoltre un "codice etico" da rispettare ed un serio allevatore non produrrà mai e mai farà produrre animali non certificati. Per le razze rare (non è il caso del Siberian però) esiste la possibilità di far riconoscere con un controllo morfologico caratteriale da un giudice in un expo canina la "razza". Verrà poi rilasciato un certificato di "riconosciuto" che però diverrà certificato di "origine" (ROI, quello a cui generalmente ci si riferisce quando si parla di pedigree) solo nelle generazioni successive (non entriamo nei dettagli). Questo perché nelle razze rare il numero di esemplari è talmente esigo che anche un "salto nel buio" è necessario (e le conseguenze comunque non mancano).
Tieni però presente che non è indispensabile che un cane (sia maschio che femmina) si accoppi e che la gestione di una cucciolata è cosa molto gravosa. In più, ed ancor più per un privato, la cessione dei cuccioli non è facile e bisogna essere certi di poterli cedere tutti (ed a persone sicure, purtroppo le sorprese non mancano) già prima della nascita.
Se vuoi comunque mandaci una foto della tua compagna pelosa, ti faremo volentieri sapere il nostro parere, purtroppo ciò però non ti sarà utile.
Ci dispiace non poterti essere di ulteriore aiuto.


Domanda di TERESA di Chivasso:
Salve e complimenti per il nuovo sito. Lo seguivo già prima delle innovazioni e devo dire che adesso è veramente bellissimo. Veniamo al mio quesito. Sono la felice proprietaria di due SH: un maschio di 3 anni ed una femminuccia di 4 mesi e mezzo. Da qualche giorno la femminuccia mima il movimento dell'accoppiamento con il maschio solo che fa lei la parte del maschio. E' normale? Ringrazio in anticipo della risposta.

Risposta:
Grazie per i complimenti, sempre graditi.
Il tipo di atteggiamento è normale, forse un po' precoce ma normale. Il mimare l'atto sessuale viene utilizzato in varie maniere all'interno del branco. Anche tra individui dello stesso sesso o a "atteggiamento rovesciato". Può essere poco più di un gioco (come dovrebbe essere nel tuo caso), comunque gioco sociale, può essere un atto di dominanza (spesso maschio con maschio) e serve per mantenere salde le gerarchie all'interno del branco e, di conseguenza, il branco coeso. Può essere un invito al gioco da parte della femmina od anche un invito al maschio per l'accoppiamento (quando la femmina è recettiva ed in calore). Vista l'età della tua cagnolina comunque tenderemmo ad escludere stia entrando in estro. Quando in un branco ci sono femmine in calore poi è possibile vedere questo atteggiamento più marcato, anche femmina con femmina, ma questo è dovuto anche ad un "eccitazione generale" pur se il periodo degli estri è quello in cui maggiormente vengono riviste le scale sociali (e questo come detto sopra può essere un metodo per ridefinirle (con baruffe annesse!)).


Domanda di Rita di Bergamo:
Ricorro nuovamente alla Vostra competenza per chiedere il Vostro parere circa il controllo dell'estro con iniezioni di proligestone (*******)
La nuova veterinaria ha assegnato a Lucky circa 5 anni e mi propone la sterilizzazione; l'altro Vet le sta somministrando gli ormoni rassicurandomi sulla loro relativa non pericolosità. Io ho avuto un'esperienza non troppo positiva con la sterilizzazione dell'altra Husky che ho avuto per 13 anni...... Grazie.

Risposta:
Premesso che non siamo veterinari, rispondiamo in base all'esperienza, alle comunque nostre conoscenze e, soprattutto, per aver scambiato più volte pareri su questo argomento con medici veterinari.
Ci risulta che nella cagna l'utilizzo di ormoni per "bloccare" il calore sia altamente cancerogeno. Un veterinario, che stimiamo molto, ci ha addirittura detto che basta anche una sola volta l'aver utilizzato il trattamento ormonale per innalzare statisticamente il rischio. Quindi, al di là degli eventuali problemi avuti colla tua vecchia compagna pelosa (incontinenza?), interromperemmo subito il trattamento ormonale e decideremmo eventualmente per la sterilizzazione. L'intervento è semplice e se correttamente eseguito difficilmente dà grossi problemi. Rivolgiti ad un bravo professionista.


Domanda di Rita di Bergamo:
Ho adottato una femmina di Husky che era stata "dimenticata" in una pensione; è molto bella e certamente avrà avuto un pedigree, ma è introvabile e perciò non sappiamo quale sia la sua età. Secondo Voi a cosa si deve fare attenzione per averne una indicazione almeno parziale?
Vi ringrazio e saluto caramente

Risposta:
L'unica indicazione dell'età del cane è il grado di consumo dei denti. Un buon veterinario guardando quanto gli incisivi risultano "limati" potrebbe dare una indicazione anche abbastanza precisa. Per il pedigree, avete controllato se la cagnina ha un tatuaggio o il microchip?


<< precedente    successiva >>

 

 

 

 

Segnalaci!  segnala questo sito ad un amico

  | Home | Chi siamo | Cani | Team | Un ricordo | Foto | La razza | Sport | Libri | Download |
| Video | Articoli | Approfondimenti | Forum | FAQ | Cartoline | Letteratura | | Rescue | Meteo |
| Link | NewsLetter | RSS-XML | E-Mail |