SIBERIAN HUSKY
SIBERIAN HUSKY
SIBERIAN HUSKY
SIBERIAN HUSKY
Siberian Husky!
Martedì 26-9-2017
Ci sono 2 utenti online
Ore 14:49
Azienda apistica -miele - Link esterno

Leishmaniosi: informati! - Link esterno

Siberian Husky Rescue - Link esterno


Debora Segna istruttore cinofilo - Link esterno


Canadian Inuit Dogs - Link esterno


Best browser
Mozilla Firefox 2+
Testato su
MSIE 6+ - Google Chrome 3 -
Opera 7 - Konqueror 3

Best Res. 1024 X 768

Testi, foto, layout e programmazione
by Maurizio Guiducci
Questa opera è pubblicata sotto una
Licenza creative commons - Link esterno
Licenza Creative Commons

Note sulla licenza & credits


Realizzato con open software
MySql Data Base - Link esterno    PHP linguaggio Open Source - Link esterno


Validato consorzio W3C
Valid HTML 4.01 Transitional - Link esterno  w3c css


Punto Informatico, l'evoluzione della rete - Link esterno


Note sulla privacy


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non è pertanto un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001
 

ULTIMA MODIFICA PAGINA: 03-2-14

Frequent Asked Questions

Cerca tra le FAQ, puoi usare anche una parola chiave:


...oppure fai tu una domanda >>

Sono stati trovati 287 risultati, suddivisi in 58 pagine.

Questa è la pagina 57


<< precedente    successiva >>

Domanda di Alberto A di Ghemme (NO):
Vorrei comprare un cane che tra le varie qualità dovrebbe anche essere capace di fare la guardia, per lo meno abbaiare, ma dopo aver letto che il Siberian Husky è un cane poco adatto a ciò ho cominciato ad avere dei ripensamenti. L*husky è proprio inadatto come cane da guardia o ha qualche possibilità?
Mi piace molto come cane e ho tutte le possibilità per mantenerlo sano e felice (giardino grande, mi piace passeggiare...).
Grazie e salutoni!

Risposta:
I SH non sono assolutamente adatti alla guardia. Sono animali non aggressivi
*mai* nei confronti dell*uomo che considerano amichevolmente. Può capitare che ululino se arriva un
estraneo ma più di questo non puoi aspettarti. Sono cani pronti a fare le
feste al primo arrivato ma a noi piacciono anche per questo. Per il resto
l*avere un giardino e, soprattutto, del tempo da dedicarvi sono le cose
fondamentali per essere compagni di un SH che non ama restare troppo solo! Se
dovessi scegliere di fartene compagno perché non metti in cantiere l*ipotesi
d*intraprendere un*attività sportiva con lui? E* molto più facile di ciò che
comunemente si pensa!
Un cordiale saluto


Domanda di -- di Varese:
Sono una ragazza di 21 anni molto interessata a coinvolgere il mio cane
di 3 anni nelle mie attività. Volevo sapere se secondo voi farei bene a portarlo alle gare. Mi
piacerebbe molto ma ci sono vari motivi che fino ad oggi mi hanno reso un pò titubante, innanzitutto è un cane molto vivace che quando vede
un altro cane impazzisce perchè vuole andare a giocare con lui. Purtro essendo il mio primo cane, l*ho viziato abbondantemente quindi non mi
ascolta più di tanto. Secondo non
so cosa bisogna fare per poterlo portare a delle gare.
Vi chiedo quindi di darmi un consiglio obiettivo in modo da sapermi
regolare e di darmi delle informazioni sul da farsi nel caso mi
consigliaste di partecipare.

Risposta:
L*attività col proprio cane non necessariamente deve essere agonistica. Se
ti piace è però possibile portarlo in gara e ciò può essere un*utile
situazione d*incontro con altre persone che hanno la stessa passione. Che il cane sia molto
estroverso non crea alcun problema,
l*importante è che non sia aggressivo nei confronti dei suoi simili. Fare sport è possibile pur con un solo S Husky. Si può partire dal
dogtrekking in passeggiate montane, al dogtrekking competitivo di corsa a
piedi su percorsi intorno ai 3 5 chilometri, al dogbike allo sleddog, dove però sono
necessari almeno due cani. La successione, così come
l*abbiamo riportata, è poi quella da seguire per
insegnare al proprio compagno. Dovrai solo acquisire una maggiore autorità,
ci dici che è viziato, mostrandoti coerente durante gli esercizi,
sgridandolo e premiandolo a
proposito e sempre quando occorre. Per prima cosa dovrai abituarlo ad
indossare un*imbragatura da sleddog, sgridalo se cerca di morderla o di sfilarla gettandosi sulla schiena
pronunciando un secco *no*. Dopo questa prima fase inizia le prime uscite.
Cerca un sentiero ben visibile ed incita il tuo
cane, che terrai legato ad una cintura, a correre davanti a te associando alla partenza un comando, nello sleddog si
usa *hike* o *go* o *mush*, comandi in inglese, ma se preferisci qualsiasi parola va
bene. Ora devi insegnare al cane a restare sul sentiero. Dai un secco *no* quando lo lascia,
strattonandolo e riportandolo sulla traccia associando un comando *line* o
*ahead*, digli un *bravo* appena riprende la via, quindi associando un
altro comando *stop* o *whoa* fallo fermare arrestandoti tu stessa.
Premialo con dei bocconcini.
Le prime uscite devono essere brevi all*inizio e via via sempre più lunghe.
Quando il cane avrà imparato ciò insegnagli a prendere i bivi a sinistra
*haw* e destra *gee*. Iniziando con una direzione per volta, avendo
molta pazienza ed aiutandoti con un guinzaglio o agendo sulla linea di
traino. Tieni comunque presente che nelle gare il percorso è quasi sempre
ben tracciato e già il solo fatto di abituare il cane a tirare tenendo il
sentiero può consentirti di partecipare alle prime competizioni. Il tutto è
comunque molto più facile a farsi che a dirsi e ti assicuriamo che il
Siberian Husky queste cose le ha nel sangue. Ne resterai probabilmente
stupita! Dopo la corsa a piedi potrai facilmente passare alla bicicletta. La
tecnica è la stessa. Un ultimo consiglio, contatta un*associazione sportiva che lavori nella tua regione.
Un caro saluto


Domanda di Ingrid di --:
Buongiorno da Ingrid,
Ho una femmina *Pure White* di S. Husky di 11 mesi con un carattere fantastico sotto ogni profilo. Mi è stata regalata alcuni mesi fa da un amico che ammalatosi non poteva più tenerla, Kira questo è il suo nome, è stata abituata ad una alimentazione di tipo casalingo ed io avendo notato che non era possibile insegnarle a gradire il cibo secco ho dovuto continuare sulla vecchia strada avendo cura di non somministrarle mai ossa di nessun tipo. Ho parlato con vari veterinari per poter seguire una dieta il più possibile equilibrata e magari mirata a questo tipo di cane,ai suoi bisogni fisici ed al suo palato, somministrandole le giuste dosi in modo equilibrato ed escludendo ciò che non gli si adatta. Non ho ricevuto risposte. Mi potreste aiutare?
Ingrid

Risposta:
La soluzione migliore sarebbe quella di un buon prodotto industriale, possibilmente secco,
consente un minimo di masticazione, e di una linea adatta al tuo cane, solitamente va benissimo il mantenimento. Prima di arrenderti prova di
nuovo a proporlo alla tua Siberian tenendo presente la sua testardaggine che
probabilmente la porterà a rifiutare il nuovo cibo per qualche tempo, puoi
aspettare anche 2 3 giorni prima di cedere. Non dare bocconcini fuori
pasto e non cercare di invitarla a mangiare con coccole ed
aggiunta di cibi *extra*. L*esperienza personale ci fa essere ottimisti. Se proprio ciò si dimostrerà impossibile, ripiega
su di un*alimentazione casalinga. Per quel che riguarda invece gli alimenti casalinghi devi
tener
presente alcuni punti. Il Siberian tollera molto poco gli amidi. Non eccedere in pasta e
pane e soprattutto niente patate, si potrebbero verificare delle diarree.
Molto tollerati sono invece i grassi.
La pasta, od il riso vanno cotti *al dente* e ben sciacquati in acqua
corrente dopo la cottura. Il pane può venir tostato in forno. La carne va sempre almeno scottata. Per quel che riguarda le
uova non ne daremmo più di uno, massimo due la settimana. L*aggiunta di un
po* di verdura bollita, mela e carota spezzettati è poi indicata. Aggiungi
un cucchiaio d*olio di oliva. Fai bene a non darle ossa. Tieni presente che
la dieta di un cane, una
volta definita, non va solitamente
cambiata. Un buon indice della digeribilità, in un cane sano, è la
consistenza delle sue feci. Ad un cibo così concepito sarà necessario aggiungere un integratore appropriato. Chiedi consiglio al tuo veterinario.
Un cordiale saluto.


Domanda di -- di --:
Ho acquistato uno splendido cucciolo di pastore tedesco e oggi, che ha quattro mesi e mezzo, ha un solo testicolo sceso nello scroto. L*allevatore, che a sua volta ha acquistato il cucciolo da un allevamento di Milano, continua a sminuire il problema. Sostiene che non si tratta di criptorchidismo, che entrambi i testicoli erano presenti e poi per il fatto che uno non era sigillato bene è risalito. Io ne capisco poco, ma leggendo diversi articoli su internet, compreso il vostro che mi ha chiarito bene il problema, mi viene il dubbio che l*allevamento di Milano sapesse perlomeno che qualche parente del mio cane aveva già contratto la stessa patologia. Vorrei qualche informazione e chiarimento al riguardo. Non dovrei fare riprodurre il cucciolo?
Vi ringrazio anticipatamente.
Mario

Risposta:
Il primo punto da chiarire in maniera inequivocabile è che se uno od
entrambi i testicoli non sono presenti nello scroto si tratta di
criptorchidismo. E su ciò non piove. Il discorso prima c*era ora non c*è più
non ha straccio di fondamento o di giustificazione ne diminuisce la
gravità della situazione. Ora è anche da dire che alle volte ci si può
trovare davanti a quello che molti definiscono un *testicolo in
ascensore*, ovvero col testicolo che spesso è nello scroto ma che ogni tanto
tende a risalire nel canale inguinale, soprattutto quando il cane è
manipolato. Questo però solo nei primi mesi di vita del cucciolo. In ogni
caso anche se le cose andassero a posto il cane andrebbe usato in
riproduzione con molta attenzione, perché probabilmente un
qualche problema potenzialmente lo presenta. Quindi per prima cosa faccia
verificare da un veterinario di sua fiducia se il testicolo non sia
decisamente sceso, dove è ritenuto o eventualmente se tende dall*ultimo
tratto del canale inguinale a scendere nello scroto con manovra meccanica. In questo ultimo caso può ancora aspettare un pochino e verificare a breve. Se il testicolo è ritenuto senz*altro il cane non va fatto riprodurre e
va fatto operare, per rimuovere il testicolo che rischierebbe tra le altre
cose di andare incontro a degenerazioni tumorali. Per il resto non si
preoccupi sarà comunque un cane sano. Ovviamente il testicolo non va
*rimesso a posto* chirurgicamente, sarebbe terribilmente scorretto. Tenga
poi presente che un
cane con questa patologia perde gran
parte del suo valore. Quindi è pienamente nel suo diritto reclamare una
restituzione della cifra spesa. Che l*allevatore sapesse di un*alta incidenza di criptorchidi nelle sue
linee
non è detto. Il criptorchidismo prima o poi si presenta in qualsiasi linea. Quello che purtroppo è spesso difficile sapere, vera omertà, è
l*effettiva incidenza che ogni allevamento, stallone e fattrice, nella loro
discendenza, ascendenza e collateralità, presenta.
Sarebbe utilissimo, e per quanto detto sopra assolutamente non
criminalizzabile vista l*alta incidenza di questa patologia, per poter
meglio programmare gli accoppiamenti. Un*ultima nota: è sicuro che chi le ha ceduto il cucciolo fosse un
allevatore? Esiste purtroppo molta disinformazione in questo senso, soprattutto poco la fa chi la dovrebbe istituzionalmente fare.
Solitamente un allevatore cede direttamente i suoi cuccioli e lavora massimo
su 2 3 razze. Non è che la persona con cui ha trattato fosse solo un venditore, un intermediario?
Con cordialità


Domanda di Roberto di --:
Ho una femmina SH di circa tre anni e mezzo, presa da una signora che non poteva più tenerla. Vorrei sapere che tipo di alimentazione darle. Attualmente uso il mangime Gumar due, un insieme di pasta cotta e carne, secco, al quale va aggiunta acqua usato dalla proprietaria. La cagnolina pesa 17 chili ed è alta 50 centimetri.
Cordiali saluti
Sponticcia Roberto

Risposta:
Il peso della cagnolina, rapportato alla
sua altezza, va bene. Se non noti problemi digestivi che
ti possano far pensare ad una cattiva tolleranza verso quel cibo, puoi anche
continuare con quello. In caso volessi cambiare, ogni crocchetta
mantenimento di buona marca va bene. Per le dosi riferisciti ai dati sulla confezione e fai avere sempre acqua a disposizione. Non passare mai al nuovo alimento in
maniera repentina ma nel giro di una settimana sostituiscilo al vecchio
miscelandolo con questo. Per il passaggio al secco applica lo stesso metodo. Durante il cambio di alimentazione può essere utile somministrare all*animale dell*Enterogermina che potrai trovare in farmacia.
Un cordiale saluto


<< precedente    successiva >>

 

 

 

 

Segnalaci!  segnala questo sito ad un amico

  | Home | Chi siamo | Cani | Team | Un ricordo | Foto | La razza | Sport | Libri | Download |
| Video | Articoli | Approfondimenti | Forum | FAQ | Cartoline | Letteratura | | Rescue | Meteo |
| Link | NewsLetter | RSS-XML | E-Mail |