Peter - da Le creature del buio

di Stephen King

Le creature del buio - Stephen King

Pete abbaiò debolmente e la Anderson si ritrovò a contemplare il bracco con una malinconia così profonda che ne fu sorpresa e preoccupata. Peter era invecchiato. Da tempo ormai gli capitava raramente di rincorrere uccelli e scoiattoli o qualche rara marmotta.

L'idea che Peter si lanciasse all'inseguimento di un daino era risibile. Sulla via del ritorno avrebbe dovuto sostare parecchie volte per dargli il tempo di riposare... e c'erano stati giorni, non lontani (come si ostinava a ripetersi in cuor suo), in cui Peter era immancabilmente un buon mezzo chilometro davanti a lei a lanciare salve di latrati nella boscaglia. Pensò che forse sarebbe giunto il giorno in cui avrebbe preso la grande decisione, avrebbe sistemato per l'ultima volta la coperta sul sedile accanto al posto di guida della Chevrolet e avrebbe portato Peter giù ad Augusta, dal veterinario. Ma non ancora quest'estate, pregando Iddio. E nemmeno quest'autunno o quest'inverno, pregando Iddio. Né mai, pregando Iddio.