telefono  - 3396104662   -   @E-MAIL

siberian_husky_02.jpg

... sei qui:

News & Blog

La piometra nel cane

La piometra è una patologia tanto subdola nei sintomi quanto pericolosa per le cagne. Cerchiamo di scrivere due righe molto schematiche, non dilungandoci in spiegazioni, sperando possano essere utili per riconoscerla.

COS'E'

Infezione dell'utero dovuta a batteri piogeni con produzione di pus. Può essere aperta o chiusa. Nel primo caso si hanno delle perdite dalla vulva, nel secondo no.

COSA PROVOCA

Uno stato progressivo di intossicazione, spesso molto lento. Nei casi più gravi il pus che riempie l'utero può portare a torsioni e finanche rotture con successiva peritonite, grave tossicosi, setticemia e rapidamente morte.

CHI NE E' SOGGETTO

Ovviamente è una patologia che può colpire tutte le cagne intere (non sterilizzate). Sono maggiormente a rischio i soggetti che hanno calori non regolari, manifestazioni di pseudogravidanza (gravidanza isterica) eclatanti, cagne che non abbiano mai partorito, cagne non giovani. Fattore di rischio molto importante è anche l'uso (assolutamente sconsigliato) di ormoni per inibire il calore o impedire una gravidanza dopo un accoppiamento fortuito. Al solito parliamo in termini statistici di rischio, quindi il non appartenere a queste categorie non è che escluda le possibilità.

QUANDO VIENE

Il periodo di rischio maggiore è quello che segue il calore da uno ad un paio di mesi circa.

GUARISCE?

Senza intervento medico la piometra è sempre letale. La guarigione viene ottenuta con l'intervento chirurgico di rimozione dell'utero e delle ovaie.

QUALI SONO I SINTOMI

Si possono avere perdite rosso scuro, maleodoranti, vagamente "filanti", da non confondere colle perdite dovute al calore che sono più fluide, generalmente un po' più chiare e meno maleodoranti (nella piometra si riconosce spesso l'odore del pus). In caso di piometra completamente chiusa le perdite sono assenti (ed è ovviamente quella più subdola). In caso di piometre parzialmente aperte le perdite possono essere modeste.

Aumentata sete. Sintomo molto importante e facilmente riconoscibile. La cagna beve maggiormente a causa dello stato di tossicosi.

Aumentata urinazione.

Apatia e abbattimento, all'inizio non evidenti. A volte inappetenza. Può essere presente dolore addominale (ma il cane spesso non lo dà a vedere) e febbre; dipende dallo stato di avanzamento della patologia.

COSA FARE

In una cagna intera qualsiasi dubbio sui sintomi sopra descritti richiede immediatamente una visita medico veterinaria.

...condividi!

 

 

 Per avere informazioni, fissare un appuntamento e venirci a visitare ecco i contatti:

tel. 3396104662

@E-MAIL